• Il Meglio Della Settimana

Impara a sciare: una guida per principianti

Impara a sciare: una guida per principianti

La stagione sciistica non è ancora finita. Non è troppo tardi per unirsi a coloro che sono stati galvanizzati nel prendere una pausa per gli sport invernali grazie al meraviglioso spettacolo che si è tenuto alle Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Ma se sei un principiante assoluto o, come me, qualcuno che non è stato sulle piste da una scolaresca una tantum di vent'anni fa, le prodezze sciistiche possono davvero essere realizzate in una breve pausa?

Prendendo lezioni

Non sono partito per il meglio: ho sudato nei miei numerosi strati termici e ho preso in prestito salopette, sollevando uno stivale pesante dopo l'altro, mentre stringevo sci e bastoncini, vagando in cerca di Jean, un maestro di sci dell'ESF ( L'Ecole du Ski Français). Nella mia testa pensavo che potesse essere uno studente anno sabbatico di dieci anni più giovane di me, ma ero molto contento di scoprire (una volta che l'avevo trovato) che era un professionista esperto. Mi ha informato che avevo avuto tutto il riscaldamento di cui avevo bisogno e che eravamo pronti a colpire la zona dello studente protetto: CoolSki.

Per prima cosa ho imparato a togliere la neve da ogni scarpone e a bloccarla in punta di piedi nella rilegatura dello sci. E 'richiesto un buon bilanciamento (o, nel mio caso, un maestro di sci da afferrare).

Sentendomi ridicolmente sgraziato, mi misi a camminare verso la passerella mobile che ti porta in cima alla leggera inclinazione nell'area CoolSki. Affrontando la discesa in una classica posizione "spazzaneve" per principianti (mantenendo gli sci a forma di "V", spalancati nella parte posteriore), mi sono sporto in avanti e sono partito ... molto lentamente. Dopo alcuni passaggi, il lungo ricordo sepolto dello sci tornò e ho trovato facile accelerare e rallentare, così come cambiare direzione spostando il mio peso da una gamba all'altra. Jean mi ha dichiarato pronto per le vere pendenze.

Situato nelle Alpi francesi tra 1250 e 3250 metri, La Plagne dispone di 225 km di piste per tutti i livelli di sciatore. Ci sono diversi resort a diverse altitudini, da villaggi tradizionali a chalet costruiti appositamente e gli snodi delle piste sono Plagne Bellecote e Plagne Centre. La gente del posto sembra vergognarsi di alcune delle architetture funzionali degli anni '70 e '80, ma per me si aggiunge alla sensazione di scopo che pervade tutto il mondo. Le seggiovie, le funivie e le funivie costantemente ronzanti che portano gli sciatori dai colori vivaci sempre verso l'alto conferiscono al posto un'aria di attività ed eccitazione.

Con il mio skipass nella tasca sinistra (che scandaglia mentre passi attraverso il tornello) siamo saliti sulla prima seggiovia da Plagne Centre. L'ascensore ci ha spazzato via con i piedi ed era nervoso a tremare da terra, ma Jean chiacchierava e indicava il ghiacciaio della Chiaupe e le varie piste. Per le prossime due ore abbiamo sciato alcune delle piste blu (in Francia, questo è facile da moderare) e abbiamo preso una seggiovia di tanto in tanto. Ho fatto uno o due giri e ho capito che avrei avuto bisogno di più lezioni per imparare come tornare dignitoso. Il Monte Bianco e le cime della Pierra Menta formano uno sfondo mozzafiato e ho dovuto continuare a ricordarmi di alzare lo sguardo. E 'davvero esaltante e mentre il mattino volgeva al termine ero agganciato.

Il giorno successivo abbiamo affrontato un percorso tra gli alberi intorno a Plagne Aime 2000, fermandoci di tanto in tanto per ammirare i panorami alpini mozzafiato o dare una pausa alle mie gambe stanche (stavo usando muscoli che non sapevo nemmeno esistessero). Gruppi esperti ci passavano veloci: anche se lo sciatore in discesa ha sempre la priorità, i boarder più esperti e gli sciatori spesso si avvicinano un po 'troppo per il comfort - anche i bambini di quattro anni seguono i loro istruttori come piccoli anatroccoli veloci.

Il secondo giorno significava anche meno spazzaneve e più sci paralleli. Lo spazzaneve si sta esaurendo dopo un po 'e tu hai pochissimo controllo, così ho imparato a prendere le curve mantenendo gli sci paralleli e la larghezza dell'anca a parte. Mi sentivo molto più aggraziato a zigzagare lungo la montagna e ero incline a credere a Jean quando disse che assomigliavo a un campione. Mi sentivo come uno.

COSA VESTIRE

Questa è una delle cose più importanti da sapere prima di partire: la tua scelta di abbigliamento da montagna è fondamentale per le migliori prestazioni sciistiche. Le piste non sono un posto dove preoccuparsi della moda oltre la funzione - e mentre gli anni '80 sono tornati, non vorrai finire ad assomigliare a questo ragazzo:

Assicurati di avere il seguente per il calore e l'impermeabilità e sarà semplice veleggiare (o sciare) da qui in poi:

Un livello di base: intimo lungo traspirante, realizzato preferibilmente in materiale traspirante che allontana il sudore dalla pelle. Le calze da sci sono molto importanti in quanto terranno i tuoi piedi caldi e asciutti.
Strato intermedio: una giacca in pile
Strato esterno: Una giacca da sci impermeabile e coibentata, traspirante e salopette (pantaloni da sci).
Accessori: guanti impermeabili, occhiali di buona qualità, idealmente con lenti polarizzate, un cappello caldo, casco e, naturalmente, crema solare (preparatevi per alcune fantastiche linee del viso).

La logistica

Arrivarci:
In aereo La Plagne è a 200 km dagli aeroporti di Lione e Ginevra e ci sono taxi privati ​​e autobus di linea disponibili per il trasferimento. In treno Eurostar Ski Train da Londra, via Parigi, a Aime La Plagne (viaggio di ritorno da Moutiers) da £ 149 andata e ritorno.

Muoversi:
Se non volete prendere gli impianti di risalita, un bus navetta gratuito collega tutti i resort di La Plagne ogni 15 minuti.

Alloggio e mangiare:
Le Cocoon è un accogliente hotel in stile chalet con una miscela accattivante di arredamento moderno e rustico.La proprietaria Corinne fa di tutto per far sentire gli ospiti come a casa e i tocchi personali includono vestaglie e pantofole nelle camere accoglienti, l'uso di un bellissimo salone open space e un'enorme colazione (pensate a macedonia, prosciutto affettato, croissant, appena pane cotto, uova comunque li vuoi ...). La vasca idromassaggio sulla terrazza è aperta a una vista sulle montagne innevate.

L'Hotel Carlina è un hotel e un ristorante di alto livello che puoi sciare fino a. Le camere luminose e ariose sono tutte dotate di balcone o terrazza e bagni eleganti, e gli ospiti possono usufruire gratuitamente della piscina e del centro benessere. L'ultimo annesso ospita eleganti appartamenti e il ristorante vanta un cibo sontuoso che non è costoso come ci si potrebbe aspettare.

Le Petit Chaperon Rouge: il caminetto aperto, le travi in ​​legno e le scene alpine sui tovaglioli creano un'atmosfera rilassata e accogliente in questo ristorante tradizionale savoiardo. Il menu ha l'onnipresente raclette, così come il risotto e lo stinco di agnello e di solito è occupato con francese e inglese.

Esplora altre Alpi francesi con l'istantanea delle Guide approssimative per le Alpi e la Franca Contea. Prenota gli ostelli per il tuo viaggio e non dimenticare di acquistare un'assicurazione di viaggio prima di partire.

Lascia Un Commento: