• Il Meglio Della Settimana

7 esploratori leggendari di Lady

7 esploratori leggendari di Lady

Viaggiatori benestanti Di Mick Conefrey

L'esploratore tipico ha una barba lacera, una faccia foderata, e fissa il suo ritratto con cupa determinazione. O lui? Nel mio ultimo libro, Come salire sul Monte Blanc in a skirt, Ho uno sguardo molto diverso sulla storia dell'esplorazione, concentrandomi sulle storie meravigliosamente ispiratrici delle grandi donne che viaggiano. Viaggiarono in tutto il mondo, dalle gelide profondità dell'Antartide ai roventi deserti caldi del Medio Oriente; le loro storie non raccontate di eroismo, eccentricità e vera grinta, rendono affascinante la lettura e mostrano che esiste un approccio al viaggio distinto, ma ugualmente riuscito, femminile.

Leggi altri racconti di esploratrici di sesso femminile nel libro di Conefrey Come salire sul Monte Blanc in a skirt: un manuale per Lady Adventurer.

Didascalia: Potala Palace, sede dei Dalai Lama. Foto di / Community di Frommers.com

Annie Peck va in Perù Nel 1908, Annie Smith Peck, la prima professoressa universitaria in America, raggiunse la vetta di Huascaran in Perù, al suo sesto tentativo. Doveva combattere costantemente con le mani assoldate, a cui non piaceva sentirsi dire cosa fare una donna. La sua attrezzatura da arrampicata includeva una maschera a maglia con un baffo dipinto e un abito di pelliccia eschimese, preso in prestito dal Museo di Storia Naturale di New York.

Didascalia: Il vertice di Huascaran nelle Ande peruviane. Foto di Nick Wiesner / Flickr.com

Maggio French Sheldon va al monte Kilmanjaro Nel 1891, May French Sheldon, un americano di stanza a Londra, condusse un safari audace da Zanzibar al largo delle coste dell'Africa orientale fino al Kilimanjaro, con l'intenzione di diventare noto come "la femmina Stanley". Ha viaggiato in un enorme cesto di vimini, con un grande seguito di servi e facchini, collezionando gioielli e manufatti. Il suo vestito includeva un abito firmato da Parigi, un paio di revolver Colt e uno striscione che proclamava "Noli mi Tangere" - non toccarmi.

Didascalia foto: Mt. Kilimanjaro, al confine con il Kenya e la Tanzania. Foto di The Spirit of the World / Frommers.com Community

Freya Stark visita il castello degli Assassini Nel 1930, l'esploratrice anglo-italiana Freya Stark viaggiò attraverso il Medio Oriente verso la terra degli Assassini, la famigerata setta medievale i cui membri si drogarono con l'hashish prima di compiere omicidi politici. È stato un viaggio un po 'sdolcinato fatto da auto e asini in compagnia di pungenti guide locali, ma per Freya, la possibilità di seguire le orme di Marco Polo ha fatto tutto il possibile.

Didascalia foto: Alamut Castle, Castle of the Assassins. Gazor Khan, Iran. Foto di Hulivili / Flickr.com

Josephine Peary trascorre un anno in Groenlandia Nel 1891, Josephine Peary, ha fatto il primo di numerose spedizioni in Groenlandia, con suo marito Robert Peary. La stampa era scandalizzata dal fatto che una donna dovesse esporsi a tali rischi, ma Josephine era un buon tiratore e una forte donna all'aria aperta, e il suo record di un anno vivendo in stretta vicinanza con gli Inuit locali per un affascinante e molto diverso tipo di memoria polare.

Didascalia foto: Cape York, Groenlandia. Foto di Mbz1 / Wikimedia Commons

Miriam O'Brien sale sul Grepon, Alpi francesi Nel 1929, la climber americana Miriam O'Brien scandalizzò il mondo dell'arrampicata europea realizzando la prima salita "senza uomini" di un picco alpino insieme alla climber francese Alice Damesne. Uno scalatore francese era così sconvolto da questo trionfo femminile, che dichiarò che nessun "uomo rispettabile" avrebbe mai potuto mostrare di nuovo la sua faccia sul Grepon.

Didascalia foto: Aiguille du Grepon. Foto di Svickova / Wikimedia Commons

Jenny Darlington Honeymoons in Antartide Nel 1947, appena sposata, Jennie Darlington si unì a suo marito Harry in una spedizione di un anno in Antartide con una squadra americana. Molti degli altri uomini erano molto cauti nell'avere una "dama" nella squadra, ma lei li ha conquistati con il suo umorismo gentile e il rifiuto di chiedere qualsiasi tipo di trattamento speciale. Il suo equipaggiamento includeva una vestaglia di seta, una bottiglia di Chanel n. 5 e una borsa piena di abbigliamento militare in eccedenza.

Didascalia foto: sotto il cerchio antartico. Foto di ondrovic / Frommers.com Community

Alexandra David Neel va a Lhasa Nel 1924, l'ex cantante d'opera, Alexandra David Neel fece un'audace spedizione a piedi attraverso il regno proibito del Tibet. Si travestì da pellegrina, usando la polvere di cacao, il carbone di legna e il grasso dalla parte inferiore della sua pentola per scurire la sua pelle. Il suo vestito da contadino fu completato con un vecchio cappello che trovò vicino alla pista. Sulla strada per Lhasa incontrò banditi, fantasmi e uomini santi.

Leggi altri racconti di esploratrici di sesso femminile nel libro di Conefrey Come salire sul Monte Blanc in a skirt: un manuale per Lady Adventurer.

Didascalia foto: Monaci a Lhasa, Tibet. Foto di archer10 /Frommers.com Community

Lascia Un Commento: