• Il Meglio Della Settimana

I migliori parchi in Kenya e Tanzania

I migliori parchi in Kenya e Tanzania

L'aria davvero fantastica C'è un motivo per cui safari significa "viaggio" in swahili: nessun'altra parola meglio riassume l'esperienza di trasferirsi da un parco all'altro dell'Africa sud-orientale. In Kenya, i leoni ruggenti, gli elefanti che sbuffano e gli elefanti strombazzano punteggiano il silenzio tra il vasto cielo africano e le pianure baciate dal sole, mentre i parchi nazionali incontaminati della Tanzania rivaleggiano con qualsiasi altro al mondo.

Didascalia foto: Skree Skiing dal Summit del Kilimangiaro

Meru National Park, Kenya Vivendo un massiccio rinascimento dopo che i bracconieri hanno decimato il numero degli animali e scatenato la guerra totale contro i guardiani del parco, Meru non è solo una bellissima riserva dove è possibile avvistare i Big Five tra un numero crescente di pianure e animali un po 'più rari, ma poiché è stato praticamente vietato per così tanti anni, ha visto uno sviluppo relativamente piccolo e di conseguenza attira pochi visitatori. Tuttavia, è improbabile che una simile solitudine potenziale allettante duri, quindi rendi questa una priorità se desideri ottenere uno scorcio pre-sviluppo della natura selvaggia africana.

Didascalia: Un gerenuk nell'erba del Meru National Park. Foto di Frederic Salein / Flickr.com

Parco Marino della Mafia, Tanzania Ammirando l'arcipelago in gran parte disabitato che si trova a 200 km a sud di Zanzibar, le acque del Parco Marino della Mafia ospitano alcune delle barriere coralline più ricche del mondo, con più di 400 specie di pesci che svolazzano lungo le scogliere poco profonde e le pareti precipitate , incluso lo squalo balena, che si trova nelle acque poco profonde sul lato nord-occidentale dell'isola, di fronte a Kilondoni. Con un totale di sei opzioni di alloggio in tutto l'arcipelago, tuffarsi in queste limpide acque è anche un'esperienza davvero esclusiva.

Didascalia: Granchio sulla spiaggia con la bassa marea, Mafia Island, Tanzania. Foto di Nils Rinaldi / Flickr.com

Serengeti National Park, Tanzania Il Serengeti è il più grande parco giochi del continente. Non è solo la fauna selvatica (la vista di oltre due milioni di animali che si muovono attraverso le pianure è piuttosto una vista), né la dimensione effettiva (quasi quella di un piccolo paese), ma piuttosto le ampie vedute che si trovano ad ogni svolta. Fu il Maasai a chiamarlo Siringitu - "il luogo in cui la terra si muove per sempre" - ed è proprio questo senso di vastità che ti spazzerà via: la distesa di pianure a erba corta come un mare giallo, rotto solo da occasionali affioramenti rocciosi e eleganti alberi di acacia. E soprattutto, sempre l'alto arco del cielo africano.

Didascalia: Una giraffa nel Parco Nazionale del Serengeti, in Tanzania. Foto di Cyberjus / Frommers.com Community

Parco Nazionale del Tarangire, Tanzania Mentre l'attenzione per la maggior parte dei viaggiatori in Tanzania è vicina a Serengeti, molti vengono fuori dichiarando il Tarangire meno conosciuto come il vero fiore all'occhiello del loro viaggio. Non può competere in termini di dimensioni, ma è un bellissimo parco, caratterizzato da baobab secolari che si ergono sentinella sopra le praterie e i letti dei fiumi, e ospita una vasta gamma di specie di animali e uccelli, attratti dal permanente acque fluenti del fiume Tarangire. Infatti, date le sue dense concentrazioni di animali - seconde solo a Ngorongoro - ci sono tutte le possibilità che godrete di una maggiore incidenza di avvistamenti qui rispetto al Serengeti; gli elefanti, in particolare, sono comuni.

Didascalia: Una madre e un elefantino nel Parco Nazionale del Tarangire, in Tanzania. Foto dalla comunità di Celandine / Frommers.com

Kilimanjaro National Park, Tanzania Il Kilimanjaro è unico nel pantheon delle grandi montagne, in quanto può essere scalato praticamente da chiunque con la spinta a farlo - non sono necessarie abilità alpinistiche o preparativi speciali e la maggior parte delle persone che entrano in questo parco sono intente a conquistare il vertice - e il 60% in realtà lo fa. Anche se non sei interessato ad ascendere la montagna più alta dell'Africa, la vista della cupola innevata di Kili - quando si degna di apparire dietro le nuvole che la avvolgono per gran parte della giornata - è fonte di stupore; un risultato, forse, dello spettatore che è fisicamente immerso nel calore equatoriale, mentre torreggiante a 5,895 m sopra la pianura è il bagliore ultraterreno di neve e ghiaccio.

Didascalia: Cascata sulle colline del Monte Kilimanjaro, Tanzania

Lascia Un Commento: