• Il Meglio Della Settimana

New York City: i migliori bar con caminetti

New York City: i migliori bar con caminetti

Di Frommer's Staff

Uno dei piaceri naturali di un inverno di New York sta scivolando via dal vento freddo e dal fango grigio per le strade e in un bar caldo e invitante dove puoi sorseggiare un cocktail ben fatto accanto a un caminetto scoppiettante. È la risposta del barista urbano ai sedili delle auto riscaldati in una giornata gelata o all'asciugarsi dopo una doccia con un asciugamano che è stato drappeggiato sul radiatore. Ma anche con l'alcol!

Essendo New York, ci sono bar e salotti con caminetti per soddisfare ogni umore e inclinazione, dal sofisticato servizio ai simpatici pub irlandesi e alle logge rustiche che avresti giurato di essere stati trasportati in aereo dalle Montagne Rocciose. Abbiamo riunito 10 dei nostri bar preferiti di New York con caminetti, ognuno dei quali vale la pena aggiungere all'itinerario per la tua vacanza invernale nella Grande Mela. Giusto avvertimento: Le cose stanno per diventare molto accoglienti.

Molly's Pub & Shebeen

In Irlanda, uno "shebeen" è un alcolismo illecito o senza licenza, un titolo che la Molly non può vantare tecnicamente. Anche se un bar fu fondato (sotto un altro nome) in questo luogo nel 1895, quando il proibizionismo divenne la legge della terra nel 1920 i proprietari andarono in modo legittimo e trasformarono il posto in un negozio di alimentari. Fu solo dopo che l'alleanza nazionale con la temperanza si era conclusa 13 anni dopo che l'alcol era ancora una volta venduto nei locali.

Oggi, Molly's offre un'esperienza da pub irlandese tradizionale, con segatura sul pavimento, torta di pastori sul menu e autentici registri nel camino. Quest'ultima è una delle poche caratteristiche originali rimanenti dell'edificio, insieme al bar, che è stato scolpito in mogano honduregno.

Dove è: 287 Third Avenue
Cosa bere: una pinta di Guinness, duh

Cibar

Cibar occupa il piano terra di una casa cittadina che risale al 1834 (l'Inn at Irving Place è al piano di sopra). Ma l'atmosfera di oggi ha poco a che fare con la vecchia New York. Invece, tutto è scintillante e glam, dalle lampade a sfera da discoteca e posti a sedere in pelle nera alle piastrelle color caramello color oro sulle pareti. Un camino, anch'esso circondato da un mosaico di tegole dai colori vivaci, fornisce un luogo familiare, incongruente ma gradito, per darti il ​​massimo. Per un drink, puoi scegliere tra cocktail classici come i Manhattans e martini o creazioni originali come un numero fumoso fatto con mezcal e miele chipotle. Ci sono anche piccoli piatti condivisibili (popcorn al tartufo! Maiali in una coperta!) Che combinano sapori gourmet e populisti.

Dove è: 56 Irving Place
Cosa bere: Il sopra descritto Smokeshow, realizzato con mezcal, miele chipotle e limone

Black Mountain Wine House

Quelli la cui idea di un inverno perfetto coinvolge le trappole della Nuova Inghilterra rurale vorranno trovare la facciata non verniciata di questo incantatore rustico, progettato per sembrare una capanna del Vermont nel mezzo del quartiere Carroll Gardens di Brooklyn. All'interno, troverete un invitante camino in mattoni, pareti imbiancate rivestite con attrezzi agricoli e bottiglie di vino, e una cucina aperta in cui gli chef preparano crostini, salumi, piatti a base di formaggio e altri oggetti condivisibili in bella vista. Considerando che molte enoteche in città possono essere intimidatorie in termini di atteggiamento o numero di offerte, l'obiettivo qui è quello di darvi una selezione che è ben scelta, ampia e conveniente, meno lo snob o lo shock adesivo.

Dove è: 415 Union Street, Brooklyn
Cosa bere: Vin brulè caldo

Rose Bar

Il Rose Bar del Gramercy Park Hotel potrebbe essere il posto più romantico in questa lista. I sontuosi arredi in pelle e velluto, le sfumature di rosa e rosso in tutta la stanza, il bagliore delle candele e il calore di un grande camino in pietra calcarea intagliata a mano: tutto sembra fatto su misura per l'intimità. Ma anche se non sei dell'umore adatto all'amore, c'è molto da mantenere la tua attenzione, tra cui una mostra a rotazione di opere d'arte del 20 ° secolo di artisti del calibro di Andy Warhol, Damien Hirst e Jean-Michel Basquiat; un mix eclettico di musica dal vivo che suona rock, pop e jazz; e una folla di A-listers accalcati su snack da bar gourmet e costosi cocktail. Si mostri presto per afferrare un punto vicino al fuoco; le prenotazioni sono limitate prima delle 21:00 e non disponibili successivamente.

Dove è: 2 Lexington Avenue
Cosa bere: il Rose Dragon, fatto con fragole e ananas confusi, shakerato con tequila e sormontato da una spruzzata di champagne

Clover Club

Ci sono molti bar più vecchi in questa lista, ma il Clover Club di Brooklyn, aperto nel 2008 in un edificio che era un negozio di scarpe, è il posto dove troverai la maggior parte della storia. La gestione è appassionata di investigare e divulgare le storie di origine dei cocktail, quindi se hai mai voluto sapere qual è la bevanda più antica (punch, nato nel 17 ° secolo) o se ci fosse un vero Tom Collins (lunga storia) , chiedi a uno dei camerieri informati o consulta il menu ricco di dettagli. È una lettura sorprendentemente buona. La sensazione di vecchio stile si estende all'arredamento, che comprende tavoli in marmo, una panca in pelle rossa, un bar in mogano scuro e un caminetto nella sala sul retro, perfetti per accoccolarsi accanto al menu.

Dove è: 210 Smith Street, Brooklyn
Cosa bere: l'omonimo Clover Club, realizzato con gin, vermouth dry, limone, lampone e albume

Solo dipendenti

Il look è rigorosamente proibizionismo vietato in questo bel ritrovo del West Village.Nella sala d'ingresso, un bar curvilineo scintillante si staglia tra raffinati accenti art deco, pareti rivestite di pannelli di legno decorati con dipinti che ricordano l'età del jazz, e un caminetto a specchio lucido che non apparirebbe fuori posto nella casa di Jay Gatsby. Ma se ciò suggerisce gin vasca da bagno senza senso, ripensateci: lo staff e gli avventori prendono molto seriamente i loro cocktail qui. Il fatto che i baristi riescano a mantenere standard impeccabili pur mantenendo le cose accessibili ai visitatori che non sono appassionati di mixology totale è ciò che rende il posto davvero speciale. In contrasto con gli speakeasies degli anni '20, non avrai bisogno di una password segreta per entrare - ma c'è invece un indovino nella parte anteriore della casa.

Dove è: 510 Hudson Street
Cosa bere: Se non hai mai avuto una Manhattan perfettamente mista prima, ecco la tua occasione.

I pub irlandesi di Shoolbred sono altrettanto facili da trovare a New York come, beh, i pub irlandesi in Irlanda. Una taverna scozzese è una scoperta più rara, tuttavia. Shoolbred's, nell'East Village, sembra una specie di ritiro accogliente nelle Highlands, con tanto legno scuro, carta da parati verde scuro e, naturalmente, un mucchio di quadri incorniciati di ragazzi in kilt. Seduto accanto al fuoco e allattando uno scotch di malto singolo, è probabile che tu pensi che l'unica cosa che manca sia un segugio che dorme ai tuoi piedi. Anche se c'è un menu di cibo confort ispirato alla Scozia (patatine e aceto, cursori di agnello, quel genere di cose), siamo felici di riferire che l'haggis non si trova da nessuna parte. Dove è: 197 Second Avenue Cosa bere: un hot toddy

Il bar del Bowery Hotel

Nessuno immaginerebbe mai che questo edificio, ora sede del Bowery Hotel, abbia iniziato come dormitorio della New York University. Questo è particolarmente vero nel bar della hall, che ha la sensazione di un club per gentiluomini del 19 ° secolo. O forse un club per esploratori gentiluomini: i patroni calpestano tappeti Usak dall'Iran, guardano le squisite tessere marocchine e si riscaldano a un enorme camino in pietra che è stato sollevato da un maniero ormai demolito in Francia. Chiunque può sostare nell'area del bar (se sei fortunato ti si impadronisce di uno sgabello lì), ma per sederti davanti a quel caminetto fiorente e smagliante dovrai essere un ospite dell'hotel, ottenere una prenotazione, o *tosse tosse* Fai finta di incontrare un ospite per un drink *tosse*.

Dove è: 335 Bowery
Cosa bere: il cocktail firmato Bowery, che è Bulldog gin con Dubonnet e champagne

Kingston Hall

Sia la cucina che il bar prendono spunto dalla Giamaica a Kingston Hall, dove puoi fare uno spuntino a base di gamberetti al cocco e pollo jerk mentre butti cocktail tropicali incentrati sul rum come il Drunken Coconut (sì, è servito in uno). L'arredamento ricorda in modo un po 'più sottile l'isola, incorporando legno esposto alle intemperie, piante che hanno fronde e arte e artefatti postcoloniali. Non ce ne sono uno, ma due camini sul posto - che potrebbero non farti pensare ai Caraibi, ma sono utili quando stai cercando di riscaldarti su un'isola complessivamente più fredda. C'è anche un attraente tavolo da biliardo per tenervi occupati.

Dove è: 149 Second Avenue
Cosa bere: Devi andare con la noce di cocco ubriaca, fatta con rum, Malibu, acqua di cocco fresca e succo di ananas, e servita in una noce di cocco

Art Bar

Come ci si potrebbe aspettare dal nome, una selezione sempre mutevole di opere di artisti locali decora questo informale, venerando spot del West Village. Oltre le bancarelle solitamente affollate nel bar davanti, troverete un "salotto" più tranquillo nella parte posteriore, dove tende spesse tengono il mondo esterno a bada e comodi divani disposti intorno al camino. È un ambiente rilassato ideale per conversare o contemplare qualunque cosa sia attualmente appesa alle pareti. Le bevande sono a buon mercato secondo gli standard di Manhattan, la cucina sforna il pub nelle ore piccole, e il jukebox digitale può riempire qualsiasi silenzio imbarazzante se si esauriscono le cose di cui parlare.

Dove è: 52 Ottava strada
Cosa bere: Scegli il tuo veleno: a questi prezzi, puoi permetterlo.

Lascia Un Commento: