• Il Meglio Della Settimana

15 fughe nell'isola sudamericana

15 fughe nell'isola sudamericana

Island Adventures South America presenta così tante opzioni di viaggio che ti faranno girare la testa. Quindi potremmo suggerirti di lasciare le città alle spalle, prendere un po 'di equipaggiamento e stabilirti su un'isola? Ti diremo come trovare il tuo angolo privato di Brasile, Cile, Argentina e altro ancora - continua a leggere.

Didascalia: paesaggio Tierra del Fuego. Foto di thaniya / Frommers.com Community.

Isole Falkland Dite "Isole Falkland" e la maggior parte delle persone balenano immediatamente nel 1982, quando l'Argentina lanciò un'invasione donchisciottesca di questo possedimento britannico praticamente sconosciuto, a 483 km (300 miglia) dalla costa atlantica dell'Argentina. Lo spettacolo della Gran Bretagna che mostrava il suo potere militare per proteggere un pezzetto di territorio così distante e apparentemente insignificante ha fornito un obiettivo irresistibile per i commedianti televisivi della tarda notte per mesi.

Didascalia: Pinguini reali a Volunteer Point, Isole Falkland. Foto di PSylwia / Frommers.com Community.

Isla Grande de Tierra del Fuego Diversi secoli fa, gli unici abitanti delle estremità meridionali del Sud America erano gli indiani nativi di Yahgan. Per sopravvivere nel clima inospitale di questa terra, gli Yahgans hanno fatto ampio uso del fuoco. I fuochi accesi qui erano così numerosi e così luminosi che quando i primi europei esplorarono la regione e li videro dal mare, chiamarono l'intero luogo Terra del Fuoco. Oggi, il nome Tierra del Fuego si applica al gruppo di isole che costituiscono le punte meridionali di Argentina e Cile. Isla Grande - come suggerisce il nome - è la più grande massa continentale dell'arcipelago, con territori appartenenti a entrambi i paesi.

Didascalia foto: Iceberg a Magallanes, Isla Grande de Tierra del Fuego.

Isla Navarino È un certo tipo di viaggiatore che cerca un posto come Isla Navarino. Remoto e scarsamente popolato, ha molto da raccomandare: paesaggi spettacolari, emozionanti passaggi di mare, e, a Puerto Williams, una città meridionale dichiarata auto-dichiarata nel mondo. Isla Navarino si trova all'estremità della Patagonia cilena. Si trova a nord di Capo Horn, il punto più meridionale del Sud America e il luogo in cui gli oceani Atlantico e Pacifico si incontrano in modo spettacolare.

Didascalia foto: stagno e torbiere nell'isola di Navarino, l'ultima isola abitata prima dell'Antartide.

Isole di Cagarras Rio de Janeiro può essere meglio conosciuto dai viaggiatori per la sua vita da spiaggia selvaggia e la scena di festa sconquassata, ma per gli appassionati di outdoor, uno dei segreti più nascosti di Rio è il piccolo arcipelago disabitato che si trova a soli 5 km dalla leggendaria spiaggia di Ipanema. Le isole Cagarras (Ilhas Cagarras in portoghese) sono un rifugio naturale per gabbiani e altri uccelli marini, e spesso si possono avvistare o nuotare tra i delfini nelle acque al largo.

Didascalia: una delle isole Cagarras. Foto di Renata Barros / Flickr.com.

Isola di Pasqua Anche se potrebbe essere il posto più remoto abitato sulla terra - 4.000 km (2.485 miglia) al largo della costa del Cile - l'isola di Pasqua vive di turismo. E quasi ogni visitatore viene qui per vedere la stessa cosa: un'enigmatica orda di circa 600 immense figure di pietra ricavate da scure rocce di tufo vulcanico.

Didascalia: Il misterioso moai di pietra sulle pendici del Rano raraku nell'Isola di Pasqua. Foto di Timm Chapman / Frommers.com Community.

Chiloe Per secoli Chiloé, la più grande isola dell'arcipelago di Chiloé, tra 42 e 46 gradi di latitudine sud al largo della costa cilena, è stata un luogo di meraviglia. Le sue verdi e ondulate colline sono avvolte dalla nebbia, conferendo all'isola un'aria mistica. È diviso da due picchi di fascia costiera e ognuno offre le proprie delizie; l'ovest è dominato da spiagge che si estendono per chilometri, dune ultraterrene e foreste pluviali temperate. Gran parte di questa area è protetta come parte di un parco nazionale, quindi la sua bellezza è intatta. L'est è dominato da pascoli, punteggiati da numerosi porti naturali e da una serie di isole minori.

Didascalia: tipica struttura edilizia (palafito) sull'isola di Chiloé in Cile. Foto di A Beebe / Frommers.com Community.

Isla de Margarita Se stai cercando un'isola caraibica un po 'più raffinata, un po' fuori mano, ma con molti negozi, vita notturna e ristoranti - e prezzi decisamente non-caraibici - è difficile battere Isla di Margarita, a 40 km (25 miglia) dalla costa nord-orientale del Venezuela. Ha tutte le caratteristiche fisiche della quintessenza dell'isola caraibica: spiagge meravigliose, brezze calde e mari turchesi. Ciocche di sabbia zuccherata sono orlate di verde, con colline vulcaniche che si ergono nella foschia tropicale. Meglio di tutto, trasuda un fascino terroso, rilassato che è una pausa rinfrescante dalla fresca omogeneità ultraluxe che ha pervaso il business dell'ospitalità negli ultimi tempi.

Didascalia: Playa Valdez è un porto peschereccio a Porlamar, sulla costa sud-orientale di Isla de Margarita, in Venezuela

Paqueta Unisciti alle barche dei carioca (cittadini) che vivono e lavorano a Rio de Janeiro per una rilassante gita di un giorno a Paquetá. Su questa isola di 1 km² non sentirai i clacson delle auto - le macchine non sono permesse - ma avrai un assaggio del Brasile del XIX secolo. Paquetá è cambiato poco dai suoi giorni come un piacevole rifugio per l'aristocrazia portoghese. Le strade sono piene non dello scarico dei motori delle auto, ma del melodioso clop-clip di carri trainati da cavalli e sfilate di ciclisti. Affascinanti edifici coloniali e case storiche sono incorniciate da cascate di bouganville.L'isola, una volta piantagione di granaio per Rio, è rigogliosa con palme reali e alberi di cocco, alberi del pane e mango e il baobab africano dell'albero, un'importanza conosciuta qui come Maria Gorda (Fat Mary).

Didascalia: Barche lungo la costa di Paquetá. Foto di herval / Flickr.com.

Tinhare Non c'è da stupirsi che tanti sposi in luna di miele scelgano quest'isola tropicale come loro rifugio; è il più remoto possibile. Il Morro de São Paulo vanta quattro spiagge affacciate sul mare aperto, con acque turchesi, piscine naturali e barriere coralline. Nell'entroterra, troverete una vegetazione lussureggiante con uccelli esotici e scimmie. Non ci sono auto e pochi lampioni sull'isola. Una volta atterrato sarete accolti dalla gente del posto che offre di prendere le vostre valigie con la carriola su per il ripido sentiero in salita dai moli al villaggio principale. Sul sentiero tortuoso, vedrai piccoli negozi che vendono prodotti nativi, insieme a piccoli ristoranti e bar. Dopo esserti sistemato nella tua pousada, puoi andare in giro come fanno i nativi: a cavallo, asino, trattore o piede.

Didascalia foto: Morro de Sao Paulo a Tinharé. Foto di Jesus Abizanda / Flickr.com.

La Blanquilla Un'isola a forma di ventaglio costruita in pietra calcarea e sabbia, 186 kmq (72 miglia quadrate) La Blanquilla è una destinazione da sogno per i naufraghi. Con spiagge bianchissime e piscine di marea di vetro, è un ancoraggio preferito per certi incrociatori caraibici discriminanti. Eppure questa "isola bianca" - così chiamata per le sue scintillanti spiagge di alabastro - è una delle dipendenze federali più incontaminate del Venezuela (isole al largo) nel Mar dei Caraibi occidentali. Oltre a quei gruppi occasionali di tour sulle avventure nell'isola deserta, nessuno viene qui, ma la Guardia Costera (Guardia costiera) e i pescatori che pescano in giornata.

Didascalia foto: Americano Bay su La Blanquilla, Venezeula. Foto di Cabeto6 / Wikimedia Commons

Islas Ballestas Archi di roccia rossa che si estendono su un mare color cobalto, scogliere piene di caverne e fessure: le Islas Ballestas, formate in modo capriccioso, sono un paradiso per la vita marina che sembra quasi un parco giochi creato dall'uomo. I pinguini di Humboldt, le sterne inca, le sule, i cormorani e i fenicotteri possono essere visti saltare su questo gruppo di tre piccole isole rocciose del Pacifico a ovest della costa peruviana, e la fauna sottomarina è altrettanto ricca.

Didascalia foto: Islas Ballestas in Perù. Foto di Ray_from_LA / Flickr.com.

Fernando de Noronha "Qui è il paradiso", scrisse l'esploratore Amerigo Vespucci al suo arrivo sull'isola nel 1504. La più grande delle 21 isole dell'arcipelago brasiliano con lo stesso nome, Fernando de Noronha è un luogo che è all'altezza della sua fatturazione. Ha alcune delle spiagge più belle del Brasile, acque cristalline bagnate da calde correnti africane, e un mondo sottomarino popolato da un numero sano di grandi pelagici, billfish, tartarughe marine e soprattutto la sua grande popolazione di delfini residenti - delfini spinner, per sii esatto, così chiamato per la rotazione esuberante che fanno mentre saltano fuori dall'acqua. Le pozze di marea e le lagune della Baía dos Golfinhos vengono trasformate con la bassa marea in un acquario naturale, dove vivono e si riproducono circa 600 delfini. Non c'è da stupirsi che Fernando de Noronha sia stato riconosciuto come Patrimonio Mondiale dell'Umanità nel 2002 come "un'oasi di vita marina".

Didascalia: Veduta aerea della costa di Fernando de Noronha. Foto di L & E Travel Writer / Frommers.com Community.

Isla Magdalena Un pinguino è un pinguino, si potrebbe dire, specialmente quando hai visto alcune centinaia di migliaia di persone in giro in un posto. Ma oh, quei piedi palmati! Quegli occhi! Questo waddle! Ammettilo: sei un spacciato.

Didascalia: Decine di migliaia di pinguini allevati durante l'estate sull'isola Magdalena, in Cile.

Ilha Grande Anche gli edonisti più duri sono costretti a rifugiarsi dalla costante festa di Rio de Janeiro, quindi perché non scambiare la giungla urbana con uno vero? La riserva naturale di Ilha Grande ("Big Island") si trova a metà giornata di viaggio dal centro e offre fantastiche escursioni in montagna, spiagge meravigliose e praticamente zero commerciale. Se stai cercando di segnare punti dell'ecoturismo brasiliano, non guardare oltre Ilha Grande.

Didascalia: Ilha Grande, Brasile, a sud-ovest di Rio de Janeiro. Foto di tine81 / Frommers.com Community.

Ilha de Santa Catarina Se stai cercando la scena da spiaggia più calda del pianeta in questi giorni, potresti voler bypassare Miami, San Juan e Ibiza e andare direttamente in Brasile. L'isola di Santa Catarina (Ilha de Santa Catarina), ovvero l'isola di Florianópolis, è diventata una delle destinazioni più popolari del Brasile, con miglia e miglia di splendide spiagge che offrono surf di livello mondiale.

Didascalia: Florianopolis, in Brasile, ospita alcune delle migliori spiagge del mondo. Foto di LauraAndrea / Frommers.com Community.

Lascia Un Commento: