• Il Meglio Della Settimana

10 grandi avventure nell'entroterra dell'Australia Meridionale

10 grandi avventure nell'entroterra dell'Australia Meridionale

10 modi per vedere l'entroterra Di Charis Atlas Heelan

Fai un viaggio nel cuore e nell'anima dell'Australia Meridionale con un'avventura nell'entroterra. Ecco i 10 migliori momenti ed esperienze nell'outback del South Australia da aggiungere alla lista dei viaggi.

Didascalia foto: la strada che attraversa i campi opali fino a Coober Pedy.

La fauna in Australia Meridionale Gli animali in Australia sono abbastanza intelligenti da sapere che uscire nel bel mezzo della giornata non è una grande idea nell'Outback, quindi l'alba e il tramonto sono quando farai il tuo miglior avvistamento di animali selvatici.

Guardare un canguro maschio adulto di taglia piena legato su un campo è affascinante, ma vederne uno mentre colpisce il paraurti della tua auto non lo è. Prestare particolare attenzione durante la guida, soprattutto al tramonto e di notte.

Gli uccelli sono prominenti e altamente udibili, con stridule varietà di cacatua e galassie che si radunano intorno ai letti del torrente secco e aquile che piombano sulle cime degli alberi. Che ci crediate o no, i cammelli selvaggi sono prevalenti (gli antenati dei cammelli afghani sono stati portati nel XIX secolo per aiutare a navigare ed esplorare gli enormi spazi interni del paese). Anche i cavalli brumby sono comuni, così come le lucertole, gli emù, i canguri, i wallaby e i dingo.

Didascalia foto: Emus attraversa la strada. Foto di Adam Bruzzone / © SATC.

I monoliti di Painted Hills Sandstone, le ondulate colline di sabbia rossa, le ampie pianure, i deserti piatti, i letti del torrente asciutto e la boscaglia sono solo alcuni dei diversi paesaggi che attendono.

Tra i desolati chilometri di spazi aperti, i fiori del deserto tappezzano piccole parti del terreno quando meno te l'aspetti, offrendo piscine vivaci di viola, rosa, rosso e giallo sotto forma di margherite del deserto, canniccio e parakelia.

Dall'alto, vedrai un'incredibile vista dell'Anna Creek "Painted Hills", una serie di dozzine di affreschi monolitici di 80 milioni di anni che spuntano dal paesaggio altrimenti deserto e piatto. Qui, i colori variano dai bianchi nitidi ai neri profondi e alle ocre, ai rossi e ai marroni contrastanti.

Didascalia foto: Anna Creek Painted Hills.

Coober Pedy e il paesaggio Anche se non ti piacciono gli opali, la città di frontiera di Coober Pedy (il centro opale più prolifico del mondo) è un posto stranamente meraviglioso. In estate, le temperature torride superano i 100 gradi al giorno. Per questo motivo, oltre il 50% della popolazione ha scelto di costruire le proprie case sottoterra nei tumuli naturali in pietra arenaria chiamati rifugi, dove le temperature rimangono costanti e confortevoli per tutto l'anno.

Circa 4.000 persone chiamano Coober a casa, e questo piccolo crogiuolo è composto da 50 nazionalità. Ci sono 40 negozi di opale, un pub, una manciata di alberghi e due supermercati, ma questo è tutto.

L'estrazione mineraria è la linfa vitale della città, con individui che rivendicano piccole quote minerarie su un'area di 2.000 miglia quadrate e centinaia di migliaia di piccoli cumuli di sabbia bianca (simili a tumuli di formiche) che segnano dove sono stati scavati pozzi minerari. Quando visiti i campi di opale, ricordati di non fare mai un passo indietro poiché le miniere di mine pericolose sono ovunque.

È anche possibile guidare 17 miglia da Cooper Pedy (17 miglia) a Breakaways, un paesaggio roccioso di mesas a cima piatta con colori mozzafiato e viste al tramonto.

Didascalia foto: The Breakaways.

William Creek La città "punto sulla mappa" di William Creek si trova a circa metà della pista di Oodnadatta, il sentiero storico che era l'originale linea ferroviaria trans-continentale di Ghan e la rotta commerciale aborigena.

Con una popolazione di sette persone, William Creek è considerata la più piccola comunità australiana. Ha il pub, una compagnia di voli panoramici con una pista d'aria e un motel / campeggio. Il pub della città è un'istituzione da queste parti, come un set cinematografico, tranne che è reale. Costruito per servire le squadre di buoi e i treni di cammelli che hanno aiutato a sistemare l'interno della terra, il pub risale a circa 125 anni fa.

Nonostante la popolazione apparentemente minuscola, più di 100 persone sono entrate nel pub il venerdì sera. Le pareti e i soffitti sono decorati con migliaia di ricordi lasciati dai visitatori (cappelli, foto, carte bancomat, persino patenti di guida. Potresti passare ore a perlustrare l'interno del pub e chiacchierare con gli affascinanti clienti.

Didascalia: The William Creek Hotel a William Creek, 7 abitanti.

The Nothingness By nothingness, intendo l'assoluta mancanza di tutto ciò che è fastidioso e irritante per la tua vita normale. Oltre al "grande fumo" di Coober Pedy e Marree, non c'è il segnale del cellulare, nessuna connessione Internet, nessun traffico, nessun supermercato, nessun rumore e nessuna distrazione.

La serenità è onnicomprensiva e non hai altra scelta che rilassarti, rilassarti e prendere il puro nulla che è l'Entroterra. La lontananza ha sicuramente i suoi vantaggi.

Didascalia: Lungo la traccia di Oodnadatta nell'entroterra australiano meridionale.

Lo Sky Nowhere vedrai un cielo più profondo e più limpido che nell'Outback, dove nessun inquinamento o luci luminose della città oscurano la tua vista. Il sole è estremo anche nel cuore dell'inverno e sia le albe che i tramonti sono miracoli naturali con un caleidoscopio di colori e luci.

Quando ci sono nuvole, formano schemi intricati e creano una profondità e una consistenza aggiunte al tramonto. Di notte, i cieli dell'emisfero australe sono illuminati con un trilione di galassie di infinita chiarezza. Sedersi attorno a un falò e godersi lo spettacolo di luci della natura sarà un momento clou del tuo viaggio.

Didascalia: Tramonto su una diga artesiana sulla stazione di Anna Creek.

Il recinto per cani I pilastri in acciaio non sono di per sé un'attrazione turistica, ma non puoi fare a meno di rimanere stupito dalla lunghezza e dalla larghezza del recinto per cani di 3.355 miglia. Allungato in tre stati, dal Queensland a nord, nel Nuovo Galles del Sud e attraverso l'Australia meridionale, il recinto è stato progettato per mantenere le pecore e il bestiame da un lato e i dingo selvatici dall'altro. In una certa misura, il progetto ha avuto molto successo, ma altri animali, come i cammelli, tendono a camminare dritto su di esso.

Ad oggi, il governo continua ad assumere persone per mantenere e riparare continuamente la recinzione. Puoi vedere grandi tratti del recinto mentre esci da Coober Pedy verso William Creek e i campi opalici.

Didascalia foto: The Dog Fence.

Cultura aborigena Un giro a piedi di un'ora lungo una piccola zona della Cattle Station di Anna Creek vi introduce a decine di fatti notevoli sulla cultura aborigena.

Cooper Creek, il bacino del lago Eyre e le terre Yankunytjatjara e Pitjantjatjara ospitano i gruppi Arabunna, Dieri, Yankunytjatjara e Pitjantjatjara. (Capito?)

Durante il mio tour, la nostra guida era Haydyn Bromley di Bookabee Tours (www.bookabee.com.au), un esperto di Flinders Ranges sulla cultura indigena australiana. Al centro della sua filosofia è la condivisione della Yura Muda (storie della creazione) del suo popolo, che viene trasmessa dagli anziani della comunità di Adnyamathanha.

Abbiamo provato i cibi dei cespugli e imparato a conoscere le centinaia di gruppi linguistici indigeni che formano il popolo aborigeno. Ho imparato a identificare dove si trova l'acqua e come utilizzare la fauna selvatica e il paesaggio per navigare. Ho anche imparato quali piante erano commestibili, che erano medicinali e quali evitare.

Didascalia foto: Urti, o quandongs commestibili. Per gentile concessione di Haydyn Bromley / www.bookabee.com.au.

Lago Eyre In questo momento, il Lago Eyre è uno dei luoghi più spettacolari da vedere. Dopo decenni di siccità, il più grande lago interno dell'Australia - e il più grande lago salato del mondo - è al suo livello più alto e più voluminoso in 20 anni. (Il lago di solito non è più di una pianura asciutta dove il record di velocità terrestre del mondo è stato fissato quasi mezzo secolo fa.) I pellicani sono tornati, banchettando con i pesci che si fanno strada a valle dal Queensland, solo per morire come atterrano nell'acqua eccessivamente salata.

Wrightsair (www.wrightsair.com.au) effettua voli panoramici di un'ora sulla regione dalla sua base a William Creek. Piloti esperti ti introdurranno in volo da una delle meraviglie naturali dell'Outback.


La gente del posto Conosci la gente del posto, chi vorrà "filare un filo" (raccontandoti una lunga storia) e "ti gridi una birra" (paga la tua birra). È possibile individuare il bovaro con il suo cappello Akubra posizionato in modo permanente e gli stivali Williams Williams ben indossati.

C'è un'onestà e integrità che deriva dal duro lavoro e dalla perseveranza richiesta per vivere in un'area così remota. Alcuni sono australiani di sesta generazione, proprietari terrieri e bovari (e donne) che discendono da una lunga serie di pionieri. Altri immigrati dall'Europa o dall'Asia in cerca di opali o una vita migliore in Australia, mentre la gente della città ha lasciato tutto alle spalle per perseguire un diverso tipo di sogno australiano. Poi ci sono le comunità aborigene, che hanno sopportato grandi difficoltà. La loro capacità di recupero è una testimonianza della loro connessione con la terra.

Didascalia foto: I locali del William Creek Hotel.

Come arrivare Dalla capitale dell'Australia Meridionale di Adelaide a Coober Pedy, attualmente è disponibile un solo volo al giorno (escluso il sabato) su Rex (Regional Express Airlines, www.rex.com.au). I voli di andata e ritorno partono da $ 408 (circa $ 367), tasse incluse.

Il volo dura circa 90 minuti e, a differenza della maggior parte delle compagnie aeree nazionali degli Stati Uniti, ti serviranno anche spuntini.

L'aeroporto Cooper Pedy non è attualmente altro che un capanno di legno e stagno: l'uomo che ti controlla è lo stesso che dirige gli aerei quando atterrano. I limiti del bagaglio sono fortemente applicati: 15 chilogrammi (33 libbre) per i bagagli a quadretti e 7 chilogrammi (15 libbre) per il bagaglio a mano. Buon viaggio!

Didascalia foto: l'aeroporto di Coober Pedy.

Lascia Un Commento: