• Il Meglio Della Settimana

Le migliori attrazioni italiane: 7 piazze preferite

Le migliori attrazioni italiane: 7 piazze preferite

Alcune delle nostre cose italiane preferite Di Sylvia Hogg e Stephen Brewer

Frommer L'Italia giorno per giorno offre itinerari regionali e urbani che ti aiuteranno a massimizzare il tuo tempo mentre visiti le principali attrazioni del paese. Acquistalo in una libreria o raccogli l'app su Inkling.com. Qui guardiamo come piazze in sei diverse città incarnano il meglio del peculiare stile di vita italiano.

Didascalia: Piazza San Marco di notte, Venezia.

Piazza della Signoria, Firenze I pedoni non possono fare a meno di essere attratti da questa piazza a forma di L, dominata dal Palazzo Vecchio torreggiato e merlato. La Loggia dei Lanzi mostra molte delle migliori sculture all'aperto di Firenze, tra cui la magistrale Benvenuto Cellini Perseoe una copia di Michelangelo David. Sebbene sia certamente una delle principali destinazioni turistiche, Piazza della Signoria rimane un luogo dove i veri fiorentini amano anche trascorrere il tempo libero. Li vedrai mentre prendono un caffè al Café Rivoire la domenica, o nei giorni feriali, seduti e leggendo il giornale sotto una statua sulla loggia, o semplicemente prendendo i loro cani per passeggiate "artistiche" attraverso la grande distesa di lastre di pietra.

Didascalia: il municipio di Firenze, Palazzo Vecchio, in Piazza della Signoria.

Piazza del Campo, Siena La piazza più bella d'Italia è il Piazzo del Campo di Siena. Disegnato per la prima volta all'inizio del XII secolo sul sito di un foro romano, è drammaticamente modellato come un guscio smerlato o un ventaglio. Nel 1340, i capi della città avevano pavimentato la piazza in mattoni e divisa in nove sezioni in onore del Consiglio dei Nove, che governò Siena durante la sua età dell'oro. Oggi il più grande festival in Italia, il Palio, si svolge qui. Nella parte superiore della piazza si trova la Fonte Gaia (Fontana della Gioia), creata dal 1408 al 1419 da Jacopo della Quercia; L'epoca di Siena è una copia inferiore del 1868. I resti erosi dei pannelli originali per la fontana sono visibili sulla loggia del Palazzo Pubblico.

Didascalia: Piazza del Campo medievale di Siena.

Campo Santi Giovanni e Paolo, Venezia Bartolomeo Colleoni, un mercenario del XV secolo, attraversa una delle più belle piazze di Venezia a cavallo di un monumento equestre del Verrocchio, e la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo è l'ultima dimora di 25 dogi, sepolti nel splendore di marmo.

Didascalia: La basilica di Campo Santi Giovanni e Paolo è nota come San Zanipòlo in dialetto veneziano.

Piazza San Marco, Venezia La Piazza San Marco contiene molte delle principali attrazioni di Venezia: nel Museo Civico Correr, mappe, monete, costumi e, soprattutto, dipinti di Jacopo Bellini (Sala 36) e Vittore Carpaccio (Sala 38) ricordano i giorni della repubblica. In Carpaccio Due signore venezianei soggetti annoiati aspettano che i loro mariti tornino dalla caccia. Tra le altre curiosità c'è un paio di sandali con i tacchi alti due metri su cui una volta le donne della moda barcollavano.

Dall'altra parte della piazza, i Mori di bronzo colpiscono le campane della Torre dell'Orologio per scandire il tempo. Durante le feste dell'Ascensione e dell'Epifania, le statue dei Magi appaiono fuori dell'orologio nell'ora, accompagnate da una processione di angeli. Nelle vicinanze, la Basilica di San Marco, che ispirò John Ruskin, uomo di lettere del XIX secolo, ad esalare nei suoi diari, "Le creste degli archi si infrangono in una schiuma di marmo e si gettano nel cielo blu in bagliori e ghirlande di spruzzi scolpiti "; meno osservatori poetici saranno mossi dalla sua architettura bizantina decorata e dai cavalli di bronzo (nella foto) che si affacciano sulla scena. L'adiacente Palazzo Ducale, il palazzo in cui vivevano e governavano i dogi, è maestoso ma ha anche un tocco di stravaganza. La struttura più alta della città, il Campanile della Basilica, al centro della piazza, offre una vista mozzafiato.

Didascalia: Le repliche dell'originale Cavalli di San Marco in bronzo si affacciano su Piazza San Marco mentre la scultura originale si erge all'interno della Basilica protetta dai danni ambientali.

Piazza delle Erbe e Piazza dei Signori, Verona La piazza centrale di Verona Piazza delle Erbe era inizialmente sede di un foro romano ma ora è circondata da palazzi e sede di un mercato giornaliero. Molti dei prodotti offerti sono della varietà T-shirt ho-hum, ma sono in vendita abbastanza prodotti freschi veneti per conferire un'aria di autenticità al mercato. In piedi in mezzo alla confusione c'è una statua di Madonna Verona, che presiede queste scene di vita quotidiana dal 1368. L'adiacente Piazza dei Signori è più cupa e fu per molti secoli teatro di tali affari civili come assemblee del consiglio cittadino medievale che suonò una grande parte nel governo della città. Al centro della piazza si trova una statua di Dante, che trascorse parte dei suoi anni in esilio da Firenze nel bellissimo palazzo del 13 ° secolo della famiglia Scaligeri, che si affaccia sulla piazza. Camminare tra queste due bellissime piazze comporta un rischio, ma solo per il vero onesto - una balena sospesa nell'Arco della Costa cade sulla prima persona che cammina sotto di essa che non ha mai detto una bugia.

Didascalia foto: Piazza delle Erbe a Vernoa, Italia. Foto di cdavis / Frommers.com Community.

Piazza San Carlo, Torino Questa elegante piazza è una piacevole introduzione a molte sfaccettature di Torino: ai Savoia, il cui duca cinquecentesco Emanuele Filiberto cavalca un cavallo di bronzo attraverso il centro, alle numerose cioccolaterie e caffetterie, le cui terrazze forniscono un soggiorno all'aperto per i torinesi, e ad innovazioni urbane come la Galleria San Federico, una galleria commerciale con volta in vetro del 1858.

Didascalia: Piazza San Carlo ospita i caffè all'aperto più grandi di Torino, tra cui il Caffè San Carlo.

Piazza del Duomo, Siracusa La perfezione teatrale barocca della piazza più bella della Sicilia sembra la creazione di un scenografo operistico. A dominare la piazza è il Duomo (ogni giorno dalle 8 alle 18, dalle 16 alle 19), una soleggiata cattedrale barocca costruita in cima all'antico tempio greco di Atena. Sul lato nord-ovest della piazza si trova il suggestivo Palazzo Beneventano del Bosco - con i suoi convessi balconi in ferro battuto. Sul lato sud della piazza si trova la chiesa dall'aspetto afoso di Santa Lucia alla Badia. Anche qui è un ingresso per l'Ipogeo (senza telefono, ingresso € 3, martedì-domenica 9-13, 16-18), una rete di camere sotterranee e corridoi scavati come rifugi antiaerei nella seconda guerra mondiale.

Didascalia: Il Duomo ornamentale è solo uno degli edifici teatrali che circondano Piazza del Duomo.

Lascia Un Commento: